Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

sabato 12 ottobre 2013

la leggenda di Jack O’Lantern

Anche la zucca scolpita, tipico simbolo di Halloween, ha origini celtiche, è infatti nata da una leggenda irlandese:
Un uomo di nome Jack nato in Irlanda e noto malfattore, incontrò in un pub il diavolo nella notte di Samhain
Jack stava per consegnare la sua anima al diavolo, ma poco prima di farlo, riuscì ad ingannarlo, fece infatti credere al diavolo che gliela avrebbe ceduta in cambio di un’ultima bevuta; così ,per pagare l'oste, il diavolo si trasformò in una moneta ma Jack, velocemente, la mise in tasca insieme alla sua croce d'argento, immobilizzando il diavolo in forma di moneta.
Il diavolo fu quindi costretto, per riprendere le proprie sembianze, a stipulare un contratto con Jack: non lo avrebbe cercato per almeno 10 anni.
Passato il decennio, il diavolo tornò a reclamare l'anima, ma Jack riuscì a cavarsela con un nuovo stratagemma.
L'Irlandese sfidò il diavolo a salire su un albero, quando questi arrivò in cima, intagliò una croce sulla corteccia imprigionando il diavolo sui rami.
Questa volta Jack chiese al diavolo di non cercarlo più e il signore delle tenebre fu costretto ad accettare.
Quando Jack , dopo la morte, si presentò in paradiso, non venne ammesso a causa della sua vita, chiese quindi di accedere all'inferno, ma il diavolo che aveva promesso di non cercarlo più, lo scacciò allontanandolo con un tizzone ardente.
Jack usò il tizzone per illuminare la strada e per evitare che si spegnesse per colpa del vento lo mise sotto una rapa cava che stava mangiando.
Da quel giorno Jack vaga per la terra con la sua rapa illuminata aspettando il Giorno del Giudizio ed è diventato il simbolo riconosciuto delle anime dannate

Quando nel 1845 gli Irlandesi abbandonarono l'Irlanda per recarsi nel nuovo mondo , portarono con se questa leggenda e ben presto la rapa venne sostituita dalla zucca, molto diffusa in America, che divenne il simbolo di Halloween.

9 commenti:

  1. Ciao Daniela! Ma sai che ho letto tutta la storia d'un fiato......e non la conoscevo affatto, perché in realtà non mi era mai venuto in mente di cercare l'origine di questa festa .....certo a questo, punto povero Jack...che è costretto a vagare......:) ora passo a vedere il giveaway (scusa il ritardo!)

    RispondiElimina
  2. wow... sempre più intrigante!! :-D

    RispondiElimina
  3. Ciao Daniela,
    ho letto con piacere la storia di Jack che non conoscevo...
    Halloween è una festa che non mi ha mai ispirato tanto ma con tutti bei lavori che vedo pubblicare nei post sto cominciando anch'io ad appassionarmici...

    RispondiElimina
  4. oh, si la conoscevo ^^
    Quando Edoardo sarà più grande gliela potrò raccontare.
    Per ora intagliamo le zucche e ci mettiamo il lumino (e per fortuna son diventate zucche, che io una rapa mica la saprei scavare e decorare!)

    RispondiElimina
  5. Grazie per questa leggenda, non la conoscevo. =)
    Daniela

    RispondiElimina
  6. Vengo dal Linky Party di Alex, la storia non la conoscevo, c'è sempre da imparare!

    RispondiElimina
  7. Hai capito, non sapevo di questa storia, bella!

    RispondiElimina
  8. La conoscevo ma è sempre bello rileggerla.
    Mi ricordo qualche anno fa quando mio figlio era piccolo, si era messo in testa di fare una lanterna con la zucca, per cui in giro a cercare una zucca adatta e poi non ti dico la fatica a tagliarla (abbiamo mangiato zucca per giorni e giorni dopo), poi finalmente una bella candela ma qualcosa vicino ha preso fuoco, l'abbiamo spento appena in tempo prima di mandare arrosto la casa.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina